L’idea di creare lampade è nata al buio. Da piccolo provavo a migliorare la lampada a gas che illuminava la nostra casa, e che purtroppo, era unica sorgente di luce durante le notti quando mancava l’elettricità. 

Si, purtroppo durante gli anni della dittatura (nella profonda Europa dell’est) c’erano solo due ore di elettricità al giorno, dalle 18.00 alle 20.00.

Alle 18.50 scattavano miei 10 minuti di magia, abbandonavo tutti amici, il pallone, il gioco… chiunque era intorno a me e scappavo a casa gridando “vado a vedere GOPO”.

GOPO era un cartone animato fantastico, con questo ometto che illuminava e trasformava la terra, la luna… mi ispirava. Posso solo dire grazie al creatore di disegni animati Ion Popescu-Gopo (grazie mille volte per la sua genialità e la sua fantastica carriera, morto purtroppo solo una settimana prima della nostra liberazione dal dittatore)

Ero così entusiasta che tutti mi chiamavano GOPO. Tuttora gli amici di infanzia mi chiamano così.

Il nome del brand OPOGGIO è un gioco di lettere, la comunione del bambino “GOPO” che sognava la luce al buio e “IO” di adesso che tramite le lampade create compio sogni di “me” bambino.

La maturità e la capacità di realizzare ogni pezzo con le mie mani e stata raggiunta grazie a tanti anni passati in contatto con il design nella mia nuova casa che si chiama Milano e che a mio avviso, è il farò e la vetrina mondiale del design.

Il Made in Italia davvero unico, fatto di un tessuto di persone uniche il posto perfetto per realizzare cose uniche. Unicità che nel mio caso si chiama OPOGGIO.